Le ombre dei passi: Racconti d’immigrazione in Italia

Con il sostegno di ASCS Onlus, Magalini Clinica, Centro Missionario Scalabrini, Laici Scalabriniani Europa-Africa, Mevis

Le Ombre dei Passi

Viviamo un’epoca dove i fenomeni migratori divengono strutturali e sono causati da disastri climatici guerre e povertà dovute ad ingiustizie politiche, disuguaglianze economiche, terrorismo e avidità di potere, che offendono l’umanità.

Chi scappa dalla guerra con la propria famiglia rischia tutto durante tremendi viaggi attraverso i confini europei. Il mar Mediterraneo è il cimitero più grande d’Europa.

I problemi socioculturali legati all’immigrazione sembrano complicarsi e a volte farsi nodi inestricabili. L’integrazione appare un obiettivo irraggiungibile.

La politica europea non ha dimostrato volontà e capacità di pianificare risposte efficaci in grado di garantire diritti e doveri di migranti e cittadini.

In Italia gravi carenze organizzative hanno favorito pregiudizi, disagi e contrasti nei confronti dei migranti, che hanno subito trattamenti indegni in strutture come i CIE o in “centri d’accoglienza” fatiscenti, sui quali politici e affaristi hanno speculato.

I media lavorano spesso ad una narrazione che associa l’immigrazione al rischio sicurezza e depriva i migranti della loro soggettività riducendoli a massa informe di “disperati” .

Negando le singole storie, capacità e speranze l’individuo viene disumanizzato e predisposto a violenza e sfruttamento come avviene nella prostituzione o nel comparto agricolo dove i migranti in Italia sono molto richiesti perché ricattabili e sfruttabili grazie ad una legislazione che di fatto ha favorito caporalato e neo schiavismo.

Viviamo un’epoca dove ognuno di noi, immigrati e italiani, può scegliere se contribuire all’orrore della guerra culturale e militare, che arricchisce i gruppi di potere ed impoverisce i popoli umanamente ed economicamente.

Oppure possiamo scegliere di aprirci al dialogo con l’altro, cercare la conoscenza reciproca, sperimentare l’incontro con lo straniero per costruire una società più evoluta.

 

Andrea Polzoni feb. 2016

Annunci

Un pensiero riguardo “Le ombre dei passi: Racconti d’immigrazione in Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.