Welcoming Europe – per un’Europa che accoglie

LOGO-WE-2018

FIRMA LA PETIZIONE

Di fronte ai fallimenti e alle enormi difficoltà dei governi nazionali nella gestione dei flussi migratori, con questa iniziativa ASCS Onlus (Via Scalabrini 3), insieme a molti altri partner italiani ed europei, chiede alla Commissione europea di agire, e cambiare l’attuale normativa. Perché crediamo in un’Europa che accoglie e tutela i diritti umani.

Servono un milione di firme in 12 mesi in almeno 7 paesi membri per presentare la proposta alla Commissione europea con l’obiettivo di:

 

1

Decriminalizzare la solidarietà

Salvare vite non è reato: In ben 12 paesi dell’Unione Europea distribuire alimenti e bevande, dare un passaggio, comprare un biglietto o ospitare un migrante sono comportamenti per cui è possibile ricevere una multa o addirittura essere arrestati dalle autorità. Punire questi comportamenti significa punire l’aiuto umanitario e riconoscere il reato di solidarietà.

 

2

Proteggere le vittime di abusi

I diritti umani sono inviolabili: Molti migranti sono vittime di sfruttamento lavorativo, abusi o violazioni dei diritti umani, in particolare alle frontiere, ma trovano grandi difficoltà nell’accesso alla giustizia. Eppure tutte le persone, indipendentemente dalla loro condizione, devono essere tutelate. 

 

3

Creare passaggi sicuri

Liberi di accogliere i rifugiati: Dal 1990 a oggi sono morti più di 34 mila migranti nel tentativo di raggiungere via mare l’Europa. L’apertura di vie d’accesso legali e sicure verso paesi disposti ad accogliere rappresenta spesso la sola opportunità di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.

 

 

Vignetta-Biani

 

Agisci ora: firma la nostra Iniziativa dei Cittadini Europei per rivendicare un’Europa accogliente! Puoi firmare l’iniziativa online in due minuti, bastano pochi click e la tua carta d’identità o il passaporto.

FIRMA LA PETIZIONE


CHI SIAMO

Un’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE) è lo strumento più visibile e giuridicamente vincolante per la democrazia diretta in Europa. Se un milione di cittadini europei di almeno sette stati membri firmassero la petizione entro un anno, la Commissione Europea sarebbe obbligata ad ascoltare le richieste dei cittadini in una procedura formale.

Promuovono l’ICE:

loghi

Con l’adesione di:

Centro Astalli Consiglio Italiano per i rifugiati, Medici Senza Frontiere Italia, Diaconia Valdese, Amref Health Africa, Gruppo Abele, Concord Italia, Open Arms, SeaWatch, Terre des Hommes Italia, ADL a Zavidovici, Magistratura democratica, Un ponte per…, Carta di Milano, Rainbow for Africa, Ero straniero Venezia, CINI (Coordinamento Italiano NGOs Internazionali), ISCOS (Istituto Sindacale per la Cooperazione allo Sviluppo), CSA Ex-Canapificio – Caserta, Cittadinanzattiva, Amnesty International Italia, Forum nazionale Per cambiare l’ordine delle cose, No muri, no recinti.

 

Annunci

Wallah – Je te jure

 

  • Genere: Documentario
  • Regia: Marcello Merletto
  • Origine: Niger, Senegal e Italia
  • Durata: 63’

 Il documentario racconta le storie di uomini e donne in viaggio lungo le rotte migratorie dall’Africa occidentale all’Italia, passando per il Niger. Villaggi rurali del Senegal, stazioni degli autobus e “ghetti” di trafficanti in Niger, case e piazze italiane fanno da sfondo a viaggi coraggiosi, dalle conseguenze spesso drammatiche. L’Europa è una meta da raggiungere ad ogni costo, “Wallah”, lo giuro su Dio. Ma c’è anche chi, provato dalla strada, riprende la via di casa.

Fuocoammare

  • Genere: Documentario
  • Regia: Gianfranco Rosi
  • Origine: Italia, Francia (2016)
  • Durata: 108’

Gianfranco Rosi è andato a Lampedusa, nell’epicentro del clamore mediatico, per cercare, laddove sembrerebbe non esserci più, l’invisibile e le sue storie. Seguendo il suo metodo di totale immersione, Rosi si è trasferito per più di un anno sull’isola facendo esperienza di cosa vuol dire vivere sul confine più simbolico d’Europa raccontando i diversi destini di chi sull’isola ci abita da sempre, i lampedusani, e chi ci arriva per andare altrove, i migranti. Da questa immersione è nato Fuocoammare. Racconta di Samuele che ha 12 anni, va a scuola, ama tirare con la fionda e andare a caccia. Gli piacciono i giochi di terra, anche se tutto intorno a lui parla del mare e di uomini, donne e bambini che cercano di attraversarlo per raggiungere la sua isola. Ma non è un’isola come le altre, è Lampedusa, approdo negli ultimi 20 anni di migliaia di migranti in cerca di libertà. Samuele e i lampedusani sono i testimoni a volte inconsapevoli, a volte muti, a volte partecipi, di una tra le più grandi tragedie umane dei nostri tempi.

Io sto con la sposa

  • Genere: Documentario
  • Regia: Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande, Khaled Soliman Al Nassiry
  • Interpreti: Tasneem Fared, Abdallah Sallam
  • Origine: Italia, Palestina (2014)
  • Durata: 98’

Un poeta palestinese siriano e un giornalista italiano incontrano a Milano cinque palestinesi e siriani sbarcati a Lampedusa in fuga dalla guerra, e decidono di aiutarli a proseguire il loro viaggio clandestino verso la Svezia. Per evitare di essere arrestati come contrabbandieri però, decidono di mettere in scena un finto matrimonio coinvolgendo un’amica palestinese che si travestirà da sposa, e una decina di amici italiani e siriani che si travestiranno da invitati. Così mascherati, attraverseranno mezza Europa, in un viaggio di quattro giorni e tremila chilometri. Un viaggio carico di emozioni che oltre a raccontare le storie e i sogni dei cinque palestinesi e siriani in fuga e dei loro speciali contrabbandieri, mostra un’Europa sconosciuta. Un’Europa transnazionale, solidale e goliardica che riesce a farsi beffa delle leggi e dei controlli della Fortezza con una mascherata che ha dell’incredibile, ma che altro non è che il racconto in presa diretta di una storia realmente accaduta sulla strada da Milano a Stoccolma tra il 14 e il 18 novembre 2013.

Francesca Michielin & Via Scalabrini 3 in tour

francesca-michielin

«In tour con noi ci sarà anche Via Scalabrini 3, che si occupa di sensibilizzare alla ricchezza che c’è nella diversità🎈Ho scelto loro come compagni di viaggio perché concretamente, ogni giorno, lottano per azzerare i gradi di separazione, per abbattere quei muri che stanno non solo in Europa, ma anche dentro di noi»Francesca Michielin  

 

Noi di Via Scalabrini 3 accompagneremo Francesca Michielin nel suo Tour di20are LIVE con lo slogan “Più Ponti Meno Muri”. Continua a leggere “Francesca Michielin & Via Scalabrini 3 in tour”