Cine Migrante

Cine Migrante: 4 serate per parlare di migrazioni

Proiezione di film e dibattito


INGRESSO LIBERO


Scopri di più
Annunci

Babel

  • Genere: Drammatico
  • Regia: Alejandro González Iñárritu
  • Interpreti: Brad Pitt, Cate Blanchett, Gael García Bernal, Kôji Yakusho, Adriana Barraza, Rinko Kikuchi, Michael Peña, Mohamed Akhzam
  • Origine: USA, Messico, Francia (2006)
  • Durata: 144’

Un tragico incidente che coinvolge una coppia di americani in Marocco provoca una catena di eventi che coinvolgono quattro famiglie in altrettante nazioni del mondo. Legati dalle circostanze, ma divisi dai continenti, dalla cultura e dalle lingue, tutti i personaggi scoprono che alla fine è la famiglia l’unica realtà in grado di offrire conforto.

Bordertown

  • Genere: Thriller/ Drammatico
  • Regia: Gregory Nava
  • Interpreti: Jennifer Lopez; Antonio Banderas; Maya Zapata; Sônia Braga; Teresa Ruiz; Juan Diego Botto; Zaide Silvia Gutiérrez; Lourdes Jimenez; Rene Rivera; Irineo Alvarez; Martin Sheen; Randall Batinkoff; Kate del Castillo
  • Origine: Stati Uniti d’America (2006)
  • Durata: 112’

Bordertown si muove su un doppio binario. Da un lato cerca di portare di fronte all’opinione pubblica un problema autentico e scottante, quello dello sfruttamento e della violenza sulle donne, generalizzata al confine del Messico e Usa. Dall’altro Bordertown è anche un thriller, con tutto l’arsenale di sotterfugi e colpi di scena propri del genere. In questo caso si cerca di dimostrare come i delitti di cui si parla facciano parte di una cospirazione su scala internazionale, fino a mettere sotto accusa senatori degli Stati Uniti e persino il Nafta, il trattato del libero commercio tra Usa e Messico.

Almanya: La mia famiglia va in Germania

  • Genere: Commedia
  • Regia: Yasemin Samdereli
  • Interpreti: Vedat Erincin, Fahri Ogün Yardim, Lilay Huser, Demet Gül, Denis Moschitto
  • Origine: Germania (2011)
  • Durata: 97’

Protagonista del film è la famiglia Yilmaz, emigrata in Germania dalla Turchia negli anni 60 e giunta ormai alla terza generazione. Dopo una vita di sacrifici, il patriarca Hüseyin ha finalmente realizzato il sogno di comprare una casa in Turchia e ora vorrebbe farsi accompagnare fin lì da figli e nipoti per risistemarla. Malgrado lo scetticismo iniziale, la famiglia al completo si mette in viaggio e alle nuove avventure nella terra d’origine si intrecciano i ricordi tragicomici dei primi anni in Germania (Almanya in turco), quando la nuova patria sembrava un posto assurdo in cui vivere. Lungo il tragitto, però, vengono a galla molti segreti del passato e del presente e tutta la famiglia si troverà ad affrontare la sfida più ardua: quella di restare unita.

La sorgente dell’Amore

  • Genere: commedia, drammatico
  • Regia: Radu Mihaileanu
  • Interpreti: Leïla Bekhti; Hafsia Herzi; Hiam Abbass; Saleh Bakri; Sabrina Ouazani; Mohamed Majd
  • Origine: Belgio, Francia, Italia (2012)
  • Durata: 136’

Questo è ciò che accade oggi in un piccolo villaggio, da qualche parte tra il Nord Africa e il Medio Oriente. Le donne fin dalla notte dei tempi vanno a cercare l’acqua alla fonte, in cima ad una montagna, sotto un sole cocente. Leila, una giovane sposa, propone alle donne di fare lo sciopero dell’amore: niente più coccole, niente più sesso se gli uomini non porteranno l’acqua al villaggio.