Umanità InInterRotta – evento

Martedì 8 ottobre 2019 dalle ore 18:00 alle 21:00 presso Piazza del Carmine, 2 – Milano

Proponiamo una serata di ascolto e riflessione a partire dall’esperienza vissuta dai giovani di Via Scalabrini 3 che dal 6 al 25 settembre 2019 hanno percorso, a fianco delle persone migranti, la rotta balcanica, da Gaziantep in Turchia a Trieste.

Durante l’evento ci sarà la lecture di Mackda Ghebremariam Tesfau, la proiezione del film “Altra Europa” di Rossella Schillaci, e la possibilità di gustare cibi “etnici” preparati da Peace ‘n’ Spice.

Per partecipare alla serata è gradita la prenotazione.

Questa iniziativa s’inserisce all’interno del Brera Design Days 2019 organizzato da Cammini Paralleli nella Parrocchia di Santa Maria del Carmine.

Annunci

Umanità InInterRotta: con i migranti lungo la rotta balcanica

 

Umanità InInterRotta

con i migranti lungo la rotta balcanica

Dal 6 al 25 settembre 2019 

Il progetto

Umanità InInterRotta è un viaggio attraverso i confini di terra della Rotta Balcanica, dalla frontiera tra Siria e Turchia fino all’Italia. È un grido di solidarietà nei confronti di quelle vite migranti sospese ai confini e spesso dimenticate dall’Unione Europea, nonché un racconto di piccole scintille di speranza portate da coloro che, quotidianamente, si impegnano al loro fianco. Ed è anche una denuncia di diritti calpestati, di attese infinite e di tacite violenze, da diffondere presso le Organizzazioni Internazionali, gli Enti, le Associazioni, le Scuole e la Società civile europea. 

Continua a leggere “Umanità InInterRotta: con i migranti lungo la rotta balcanica”

Buon anno Sarajevo

  • Genere: Drammatico
  • Regia: Aida Begic
  • Interpreti: Marija Pikic, Ismir Gagula
  • Origine: Bosnia-Erzegovina, Germania, Francia, Turchia (2012)
  • Durata: 90’ 

Rahima, 23 anni, e il fratello quattordicenne Nedim sono orfani della guerra di Bosnia. Vivono a Sarajevo, città in transizione che ha perso ogni compassione verso i figli delle vittime del conflitto. Dopo un’adolescenza inquieta, Rahima ha trovato conforto nell’Islam e spera che Nedim segua le sue orme. La loro vita si complica quando a scuola, Nedim si scontra violentemente con il figlio di un potente ministro. Da questo incidente nascono una serie di eventi che portano Rahima a scoprire che Nedim conduce una doppia vita.