Un mondo fragile

  • Genere: Drammatico
  • Regia: César Augusto Acevedo
  • Interpreti: Haimer Leal, Hilda Ruiz, Marleyda Soto, Edison Raigosa, José Felipe Cárdenas
  • Origine: Colombia (2015)
  • Durata: 97’

Il film narra la storia di Alfonso, un vecchio contadino che, dopo diciassette anni, torna dalla sua famiglia per accudire il figlio Gerardo, gravemente malato. Al suo ritorno, ritrova la donna che era un tempo la sua sposa, la giovane nuora e il nipote che non ha mai conosciuto, ma il paesaggio che lo aspetta sembra uno scenario apocalittico: vaste piantagioni di canna da zucchero circondano la casa e un’incessante pioggia di cenere, provocata dai continui incendi per lo sfruttamento delle piantagioni, si abbatte su di loro. L’unica speranza è andare via, ma il forte attaccamento a quella terra rende tutto più difficile. Dopo aver abbandonato la sua famiglia per tanti anni, Alfonso ora cercherà di salvarla.

Annunci

Why the only future worth building includes everyone

“Buonasera. Oppure buongiorno, non so che ora è lì da voi! A qualsiasi ora, sono però contento di partecipare al vostro incontro. Mi è piaciuto molto il titolo – “The future you” – perché, mentre guarda al domani, invita già da oggi al dialogo: guardando al futuro, invita a rivolgersi a un “tu”. “The future you”, il futuro è fatto di te, è fatto cioè di incontri, perché la vita scorre attraverso le relazioni. Parecchi anni di vita mi hanno fatto maturare sempre più la convinzione che l’esistenza di ciascuno di noi è legata a quella degli altri: la vita non è tempo che passa, ma tempo di incontro. Continua a leggere “Why the only future worth building includes everyone”

Speranza ai Confini 2017

 

Speranza-ai-Confini-2017

 

Via Scalabrini 3 in collaborazione con Caffè dei Libri organizza Speranza ai confini: Racconti e riflessioni per abitare, con speranza, i confini.

 

  • Hestia con Giovanni Spitale
  • Domenica 09 Aprile, ore 20:30 presso Caffè dei Libri – Vicolo Gamba, 5 – Bassano del Grappa

 

  • Venezuela con Lys Golia
  • Venerdì 21 Aprile, ore 20:30 presso Caffè dei Libri – Vicolo Gamba, 5 – Bassano del Grappa

 

  • Refugees Welcome con Cristina Guglielmini
  • Domenica 07 Maggio, ore 20:30 presso Caffè dei Libri – Vicolo Gamba, 5 – Bassano del Grappa

 

+info: 380 791 9045 – viascalabrini3@gmail.com

7 minuti

  • Genere: Drammatico
  • Regia: Michele Placido
  • Interpreti: Cristiana Capotondi, Violante Placido, Ambra Angiolini, Ottavia Piccolo, Fiorella Mannoia, Maria Nazionale, Clémence Poésy, Sabine Timoteo, Anne Consigny
  • Origine: Italia (2016)
  • Durata: 88’

L’incertezza del futuro appesa a 7 minuti. Un caleidoscopio di vite diversissime e pulsanti, vite di donne, madri, figlie. Undici caratteri, per una riflessione sulla possibilità concreta di opporre resistenza e di reagire all’incertezza del futuro, tra caos, logica e giustizia.

I proprietari di un’azienda tessile italiana cedono la maggioranza della proprietà a una multinazionale. Sembra che non siano previsti licenziamenti, operaie e impiegate possono tirare un sospiro di sollievo. Ma c’è una piccola clausola nell’accordo che la nuova proprietà vuole far firmare al Consiglio di fabbrica. Undici donne dovranno decidere per sé e in rappresentanza di tutta la fabbrica, se accettare la richiesta dell’azienda. A poco a poco il dibattito si accende, ad emergere prima del voto finale saranno le loro storie, fatte di speranza e ricordi. Un caleidoscopio di vite diversissime e pulsanti, vite di donne, madri, figlie.

Ricordare Io Ci Sto

chiara-federico-4

Sono passati diversi giorni dal nostro ritorno a casa, eppure il ricordo di Io Ci Sto è ancora più vivo, ogni giorno si arricchisce della maturità della rielaborazione. Ricordare un’esperienza così significa proprio ricondurre al cuore a qualcosa di grande, quel grande pezzo di noi che abbiamo lasciato a Borgo Mezzanone, posto desolato ma in grado di scuotere ogni fibra del proprio essere, le più profonde corde della nostra umanità. Continua a leggere “Ricordare Io Ci Sto”